Spiga e madia, come si costruisce la filiera corta

Ricostruire la filiera del pane: un progetto Solidale a filiera corta dal campo alla tavola, all’interno del Distretto di Economia Solidale Brianza

L’idea, molto semplice, ce l’hanno ispirata gli amici di Fidenza: ricostruire la filiera del pane, dalla coltivazione del frumento alla molitura alla cottura, di qualità biologica, nel raggio di pochi chilometri. L’incrocio tra gli interessi e la motivazione di una famiglia proprietaria di terreni che non vuole perseguire, come tutti fanno, la conversione delle terre da agricole ad edificabili e ci tiene a convertirle alla coltivazione biologica; di una cooperativa sociale agricola che da anni coltiva biologico; della domanda potenziale di pane e farina delle famiglie dei GAS della Retina di Brianza; della disponibilità a collaborare di un mulino ed un forno a conduzioni familiari.

Questo insieme di persone ed energie hanno reso possibile il progetto Spiga e Madia, salvando un pezzo del territorio Brianzolo dalla cementificazione in una regione dove il consumo di territorio è tra i più alti d’Italia. Viene così ridata alla terra la sua funzione primaria: è una risorsa fondamentale per la produzione di cibo, viene coltivata con metodi tradizionali e naturali ed i suoi frutti vengono consumati localmente.

Nonostante questo il futuro del territorio -e quello del progetto S&M- è nuovamente minacciato da Tangenziale Est Esterna, Pedemontana e BreBeMi.

Spiga e Madia mette in pratica un nuovo modello economico di filiera corta basato sulle relazioni solidali, che garantiscono qualità e trasparenza del prezzo dei beni, rispettando le risorse ed il territorio.

In un sistema economico globalizzato, dove il cibo viene usato come strumento finanziario speculativo, sembra un’utopia poter dare il giusto valore alle risorse, al lavoro, ai beni di consumo. Questo progetto di filiera corta invece permette di stabilire una relazione diretta e sincera tra produttori, lavoratori e consumatori responsabili. La partecipazione diretta ai processi progettuali e decisionali ha permesso di suddividere il rischio economico di impresa tra tutti gli attori coinvolti, restituendo il giusto valore ad ogni fase della produzione del pane.

http://retinagasbrianza.org/spiga-e-madia/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: